HOME

Bagno di folla in piazza Stazione a Recale per Mario di “Amici”

promo

Gianni Alemagna
di Marco Travaglio

Dott. Mamadou, il sogno si è avverato
di Claudio Lombardi

Kofi, il Babbo Natale di colore che chiede in regalo il permesso di soggiorno
di Raffaele Sardo

Piersilvio Airways
di Marco Travaglio

 

11 giugno 2009 • Comunicato stampa

Mario Nunziante di “Amici” fa il pieno a Recale.

Dopo il concerto, le "nunziatine" invadono la casa di zio Ciro

Il concerto a RecaleRECALE. Ore di delirio collettivo si sono vissute, mercoledì sera, a Recale, durante e dopo il concerto di Mario Nunziante, il cantautore di origini casertane, protagonista di “Amici 2009”, il talent show di Maria De Filippi. L’ampio parcheggio di via Roma a stento a contenuto le oltre mille fan (le cosiddette "nunziatine"), giunte anche da Napoli e da fuori la Campania. Lo spettacolo è stato voluto da Mario per rispettare una promessa fatto allo zio Ciro nella ultima trasferta in città, a fine marzo. In quella occasione, circondato da una folla di teenager, in piazza Stazione, il 23enne manifestò il desiderio di voler organizzare un concerto per ringraziare Recale, che lo ha “adottato” e, quando era nella scuola-reality di Canale 5, sostenuto al televoto. La Festa del Giglio, in onore del santo patrono Antimo, è apparsa, anche agli occhi del presidente del comitato Vincenzo Torrente, come l’occasione da non perdere. E il successo è stato superiore a ogni aspettativa. Al termine della performance, il cantautore è stato “costretto” a rimanere sul palco per circa un’ora a firmate cartoline e autografi. Non contente, dopo lo show, le sue sostenitrici hanno raggiunto e, letteralmente, invaso la casa dello zio Ciro, dove Mario era andato a salutare i parenti prima di ripartire per Roma. Anche lì, foto, baci e autografi, fino alle due di notte.

mario nunziante

Nunziante, in tournée in tutta Italia, nel parcheggio di via Roma ha presentato il suo album d’esordio, “Ogni istante che vivrai”, edito da Sony Music. Il cd contiene sette brani, quattro dei quali scritti da lui, due da Adriano Pennino, produttore di Gigi D’Alessio, e una da due autori emergenti, Antonio Calò e Valeria Vaglio. Il disco, confezionato nei tempi stretti imposti dalla produzione di “Amici”, è la prova che le intuizioni del maestro Peppe Vessicchio, di Grazia Di Michele e Gabriella Scalise erano giuste. In “Ogni istante che vivrai”, Mario si dimostra interprete sentibile e versatile. Conferma, poi, ed era l’aspetto del lavoro più atteso, di possedere pregevoli doti autoriali, sia come compositore che come paroliere. Tema dominante del disco, nemmeno a dirlo, è l’amore, in tutte le sue varianti. Il 23enne canta, però, anche di come possa essere amara la vita, in “Adesso”; e, in chiave inaspettatamente ironica, delle bizzarre frustrazioni di un “Conduttore televisivo”, brano dedicato all’anchorman Carlo Conti che sarebbe piaciuto al suo conterraneo Rino Gaetano.

Le interviste di Mario su Supereva e Tgcom:

supereva: lintervista a Mario Nunziante, cantautore dall'animo romantico

tgcom: "Sono un pugile e ve le canto"